INTERVISTE

Intervista ai Quaalude online con il singolo My Advice.

Intervistiamo i Quaalude, una delle giovani band più interessanti del panorama indipendente italiano.

Scopriamo di più su di loro e sul loro nuovo singolo “My Advice”.

Benvenuti su Musikz. Cosa è cambiato tra i Quaalude che hanno scritto “MyAdvice” e quelli che scrivevano i pezzi di “My Place on Earth”?

A partire dalla pubblicazione del nostro primo EP abbiamo subito iniziato a lavorare per migliorarci come musicisti ed abbiamo iniziato a ricercare una maggiore qualità sia dal punto di vista compositivo che dal punto di vista della produzione musicale, iniziando a lavorare a stretto contatto con professionisti del settore. In più in tutti questi anni siamo cresciuti come band, abbiamo passato tanto tempo a provare e ci siamo fatti la gavetta sui palchi di diversi locali. Questo ha creato un giusto amalgama ed ha consolidato i rapporti tra di noi e questo è stato importante per creare il giusto entusiasmo ed affiatamento.

Se voi poteste parlare alle persone e agli artisti che eravate in passato dal punto di vista musicale, quali consigli vi dareste?

Probabilmente il consiglio principale che potremmo dargli è di investire più tempo possibile nel suonare e nello stare a contatto col pubblico in modo da avere più feedback possibili e migliorarsi di volta in volta, considerando oltretutto il periodo storico in cui viviamo che rende molto più difficile suonare live davanti ad un pubblico. Per il resto siamo tutti concordi sul fatto che le scelte e gli errori fatti nel corso degli anni ci hanno permesso di maturare e diventare quello che siamo oggi come band.

Passiamo adesso ai Quaalude attuali, cosa vi ha spinto a scrivere e produrre il vostro ultimo lavoro discografico?

Ovviamente il continuo tentativo di migliorarci e di produrre musica sempre nuova. Il nostro obiettivo fin dalla nascita dei Quaalude è sempre stato di creare musica nostra da poter far sentire al pubblico. Crescendo sia individualmente che come band ci siamo ritrovati a comporre un nuovo album per esprimere i cambiamenti che ci sono stati nel tempo e come siamo cresciuti rispetto ai nostri primi brani.

Oltre a “My Advice” è prevista l’uscita di altri singoli estratti dal vostro ultimo lavoro?

Si, possiamo già svelare che ad ottobre usciremo con un nuovo singolo intitolato “Simplicity”. Un brano con un andamento maggiormente pop e più tranquillo rispetto a My Advice. ll videoclip è già pronto e possiamo solo anticiparvi che sarà molto particolare ed anche in questo caso lasceremo maggiore spazio a disegni piuttosto che a immagini. Diciamo quindi un videoclip abbastanza fuori dalla norma ma di più non possiamo dire.

Cosa dobbiamo aspettarci dal punto di vista musicale quando ci approcciamo per la prima volta a quello che sarà il vostro EP?

My Advice e le altre tracce all’interno dell’EP segnano la prima produzione internazionale per la nostra band. Infatti, sono state scritte da Noemi Terruzzi, composte da Federico Michele Merli, Federico Cesaro e Erik Benedettini, inoltre sono state registrate in Italia presso l’S8recording di Roberto Gallo Salsotto (Senago, MI) e masterizzate presso l’ER Mixing di Varsavia (Polonia) da Romano Erafficci. Le sonorità che quindi troverete rimangono le classiche tipiche dei Quaalude che potete ascoltare anche in “You Lift Me Up” o in “My Advice” con l’obiettivo però di rimanere sempre aggiornati su ciò che propone il mondo della musica e degli artisti a cui ci ispiriamo (da Arctic Monkeys e Editors a Coldplay e Imagine Dragons).

A livello musicale, quali sono i vostri progetti futuri?

My Advice anticipa l’uscita del nostro nuovo disco “Under my Hat”. La data precisa di uscita del disco ancora non è stata decisa e dipenderà molto dalla situazione futura ma si pensa di fare uscire l’album tra marzo e aprile 2021. Inoltre vorremmo estendere il nostro raggio d’azione all’estero, provando a fare ascoltare ed apprezzare la nostra musica al di fuori dei nostri confini nazionali e cercare anche di organizzare un tour promozionale.

Share: