INTERVISTE

Intervista: Dex Pascal ci racconta “La vita che non è”

  • Eccoci su MusikZ, siamo con Dex Pascal! Ciao Dex, ci spieghi questo nome d’arte?

Ciao! Non sono ancora pronto a mettere nero su bianco per quanto riguarda il mio nome d’arte. Un giorno lo farò sicuramente.

  • Sei soddisfatto di questa nuova uscita? Cosa vuoi comunicare con il brano?

Devo dire di essere abbastanza soddisfatto. Il pubblico conosce la parte folk del progetto, e nonostante abbia osato inserendo nuove sonorità e allontanandomi dal folk, in tantissimi hanno apprezzato, altri no ma rappresentano una percentuale abbastanza bassa.

Con questo brano voglio esortare a essere se stessi sempre, in ogni situazione, perché alla fine è questa l’unica cosa che conta.

  • Come mai la scelta di questo titolo?

Perché rappresenta proprio il nocciolo di ciò di cui parlo nel brano stesso.

  • Come definisci il genere che fai?

Non riesco a definirlo. Ogni volta che devo caricare il brano per distribuirlo non so mai che genere spuntare dal menù. Le influenze sono folk, indie grunge, punk e alternative. In questo ultimo brano,  a differenza dei precedenti si sento molto di più le infuenze Alternative rispetto a quelle Folk.

  • Ci sono degli artisti con cui ti piacerebbe collaborare?

Si. Collaborerei con tantissimi artisti. Il mio sogno sarebbe quello di collaborare con Carmen consoli, Max gazzè, Mirkoeilcane, Mannarino, Mario Venuti, Colapesce e Dimartino, Alessio Bondì, Carnesi, ma potrei citarne veramente tanti altri.

Link Social di Dex Pascal

Apple Music https://music.apple.com/it/artist/dex-pascal/1452403885

Share: