INTERVISTE

Una boccata di “Ossigeno” con il nuovo singolo di Flemma

Flemma è l’alter ego di Cristiano Vicedomini, cantautore partenopeo che oggi abbiamo il piacere di avere ospite sui nostri schermi per raccontarci del suo ultimo singolo “Ossigeno” uscito l’11 giugno per Perindiepoi Dischi. Andate a scoprire cosa ci ha detto!

Ciao Cristiano, è un piacere ospitarti qui. Ti chiediamo però una brevissima introduzione di Flemma, il tuo progetto elettro pop da solista!

Ciao ragazzi! Questo è un progetto a cui mi sono dedicato negli ultimi tempi. Mi piaceva l’idea di sperimentare un po’ con l’elettronica, senza lasciare fuori una certa attenzione ai testi. L’idea è di pubblicare ogni volta un singolo brano e di farlo fluttuare nell’internet il più a lungo possibile. Un giorno magari sarebbe bello portare Flemma sulla scena live. Vedremo!

Partiamo dunque con il tuo nuovo brano dal titolo “Ossigeno”, pubblicato l’11 giugno per l’etichetta Perindiepoi Dischi: qual è il messaggio che intendi lanciare con questo singolo?

È un riferimento alla possibilità di fermarsi e respirare. Non dobbiamo sentirci sempre in obbligo verso un sistema che spesso è più respingente che accogliente. Darsi l’opportunità di fermarsi e prendere ossigeno, di scegliere per una via diversa. È un brano con aspirazioni calmanti 🙂

Quando tutto sembra andare male e il mondo ci crolla addosso l’unico modo per non affondare è fermarsi e respirare, inalare ossigeno appunto: ci sono stati dei momenti in cui hai dovuto compiere questo momento meditativo?

Immagino che tutti in questi ultimi mesi siano stati costretti a ricorrervi: spero vivamente che potremo lasciarci alle spalle questa brutta storia della pandemia e riappropriarci delle nostre vite, magari con una consapevolezza un po’ diversa. Mi auguro che questa esperienza ci lasci con una riflessione su cosa significhi fare comunità. 

Il tuo brano evidenzia la tua volontà di avvicinarti sempre più ad un genere elettronico lo-fi: la scelta dell’house recording è legata principalmente ad una questione stilistica?

Sì, esatto. Mi piace star dietro a tutti gli aspetti del progetto: dalla produzione, ai visual, ai testi. Sono molto interessato al lavoro che c’è dietro alla nascita di un brano musicale. Faccio musica da sempre e il dietro le quinte mi ha sempre affascinato. Poter fare da me è stato esaltante e c’è ancora molto da approfondire!

Arriviamo infine alla parte più visual, il tuo brano infatti trasmette spensieratezza e tanta voglia di ballare: hai in mente di affiancare alla musica anche un video?

Mi piacerebbe, perché no. Ogni altro brano di Flemma è sempre stato accompagnato da un video. È un’idea da valutare, mi lascio trasportare dal flusso degli eventi e vedrò dove mi porteranno!

Share: