INTERVISTE

Intervista a Sire, online con i singoli Come Torino Dall’Alto ed Attacchi Di Panico.

Sire è uno dei volti più interessanti della scena rap indipendente.
E’ online da qualche mese con Come Torino Dall’Alto ed Attacchi Di Panico, due singolo che anticipano il nuovo disco Savio.

Lo abbiamo intervistato riguardo il primo, in attesa della prossima intervista per Attacchi Di Panico.

Videoclip ufficiale di Come Torino Dall’Alto

Che cosa hai provato una volta che hai ascoltato il brano terminato, finalmente pronto alla pubblicazione?

Forse è stata la prima volta in cui mi sono sentito veramente appagato. Grazie sicuramente anche al mio producer e fonico 808er . Non è stato facile chiudere quel brano, ne avevo scritto 4 versioni ma nessuna rispecchiava quello che veramente avevo dentro. Spesso quando si ha bisogno di dire qualcosa a qualcuno di importante, inconsciamente , usiamo un sacco di filtri che invece di avvicinarci a quella persona, ci allontanano. Il giorno della registrazione, ho strappato le 4 versioni, mi sono messo dietro al microfono e dopo 1 ora avevamo chiuso il brano. È stato “liberatorio”?!

La canzone ha un messaggio chiaro: quello di non arrendersi neppure davanti alle difficoltà ed ai momenti più cupi. Questo brano ti ha aiutato ad affrontare con più forza i momenti difficili della tua vita?

Ho conosciuto questa ragazza che a un certo punto è andata via, non mi ha dato un motivo reale o forse non ho voluto ascoltarlo questo motivo. Però si stava bene e voglio conservare i bei momenti. Ho la sensazione che lei sia una di quelle persone che , per evitare di stare male, eviti proprio di viverle alcune cose. Tanto di lei mi ha dato questa sensazione, a me non resta che accettare senza sforzarmi di capire e imparare da tutto questo.

Sei riuscito perciò ad affrontare anche i problemi che possono essere insorti durante la realizzazione del brano: che cosa ti ha portato a non demordere ed arrivare fin qui? Hai sempre creduto nella forza di questa canzone e, di conseguenza, dell’intero album?

Scrivo sempre cose molto personali, scrivo quasi sempre per arrivare a sole 2 orecchie, non smetto di scrivere finché non avrò detto realmente ciò che voglio dire a quella persona. A volte un messaggio su watsapp non basta, così continuo a scrivere, chissà che il brano arriva alle sue orecchie e finalmente capisca ciò che non ho mai detto a parole.

Il brano ha una storia ispirata ad una tua conoscenza ed ha un significato profondo: avevi già in mente di scrivere una canzone con questo messaggio o questa esperienza vicina ha ispirato il brano da zero?

Scrivo sempre di ciò che vivo, di quello che mi succede, se non avessi incontrato questa ragazza , non avrei mai scritto “Come Torino dall’alto”

Il pezzo “Come Torino dall’alto” è il singolo che anticipa l’uscita dell’album Savio: qual è il significato di un titolo così particolare? Che cosa vuol dire “Savio”?

Savio è il mio nome . In questo disco mi sono messo a nudo, ho lasciato che tutto quello che ho dentro venisse fuori, senza filtri, senza tante cavolate da rapper placcato. Savio è raccontato nel disco, sire è solo il mezzo. Spero vi piaccia.

Anche gli altri brani dell’album si basano sugli stessi argomenti e messaggi di “Come Torino dall’alto”?

Ci sono altri brani che ho scritto per la stessa persona ma le tematiche sono varie , in alcuni brani parlo del mio lavori, in altri brani parlo di Dio e in altri ancora parlo dell’amicizia o di altre relazioni che ho vissuto. In Savio c’è un intero periodo della mia vita , non so se sia il momento di chiudere questo periodo o continuare a raccontarlo. Lo capirò col tempo.

Share: