INTERVISTE

Intervista: Dex Pascal si racconta

  • Ciao Dex e benvenuto su MusikZ! Vuoi parlarci del tuo progetto musicale?

Il mio progetto musicale  nasce nel 2000, quando imparo a suonare la chitarra elettrica, ma assume la sua forma attuale nel momento i cui nel 2012 ricevo una chitarra acustica in regalo. Al momento ho pubblicato 5 brani e giorno 8 aprile esce il sesto singolo. Insieme a Silvio Mauro, stiamo producendo il mio primo album e presto darò maggiori dettagli a riguardo.

  • “Libera la libertà” è il tuo ultimo singolo, ci vuoi raccontare qualcosa riguardo il testo e il suo messaggio?

Come è facile intuire dal titolo, il brano, parla di libertà. Vorrei far riflettere sul fatto che parliamo tanto di libertà ma non ci rendiamo conto di essere “schiavi” della società, dei vizi, dei pregiudizi e della paura. Quindi è un’esortazione a liberarci da tutto ciò che ci rende schiavi e dalla prigione che creiamo noi per noi stessi.

  • Anche se al momento il settore dello spettacolo è bloccato, su che palco ti piacerebbe portare questo brano?

Su tutti palchi calpestabili, in lungo e in largo. se devo sceglierne uno soltanto,  scelgo il palco del concerto del 1° maggio.

  • Hai sempre avuto le idee chiare sul tuo lato artistico oppure è qualcosa che hai coltivato piano piano?

Penso che avere le idee chiare sul proprio lato artistico sia essenziale. Ma ci vuole anche la consapevolezza che gli eventi e le esperienze modificano noi e i nostri progetti determinando così anche una crescita del lato artistico.

  • Come definisci la tua musica?

La musica che compongo e che scrivo, parte dalle mie emozioni e dal mio stato d’animo. Quindi la definisco “emozionante”. È triste, allegra, malinconica, ecc.  Spero che questo arrivi anche a chi mi ascolta. 

Share: